I migliori drama 2017 delle principali emittenti televisive coreane

Quest’anno voglio fare una classifica dedicata anche alle principali emittenti televisive coreane, perché sapete che vi dico?? E’ anche giusto dare un riconoscimento a questi poracci che si sbattono tutto l’anno per intrattenere le “desperate housewife” di Corea, caspiterina!

Quindi, bando alle ciance, ho fatto un resoconto dei “capolavori” prodotti da MBC, TVN, SBS, OCN e KBS e per ognuno di queste emittenti mi sono permessa di eleggerne il migliore dall’alto della mia onniscienza!

Il miglior drama 2017 della MBC

La MBC è un canale nazionale coreano (Munhwa Broadcasting Corporation), quest’anno ha trasmesso due dei più bei drama che ho visto (entrambi infatti rientrano nella mia classifica di migliori drama 2017).

Sono Weightlifting Fairy Kim Bok Joo The King Loves

In realtà, la prima puntata di Weightlifting Fairy Kim Bok Joo è stata trasmessa in Corea a novembre 2016, tuttavia il drama è finito a gennaio 2017, e come chi mi legge sa, nelle classifiche di fine anno considero solo i drama conclusi nell’anno in corso, dato che non posso esprimere un giudizio su un drama non completato.

Detto ciò, credo di poter dire con una certa fermezza che, il miglior drama dell’anno della MBC sia stato The King Loves, che ho preferito per intensità e ambientazione storica.

Miglior Drama MBC 2017 -The King Loves

 

Il miglior drama 2017 della TVN

Passiamo alla tanto amata TVN (Total Variety Network), canale televisivo di intrattenimento generale sudcoreano.

Quest’anno la TVN ci ha regalato diversi drama carucci tra cui: Bride of the Water God e Goblin.

Ora, capirete bene che non c’è storia. Anche se questa emittente televisiva sforna drama a morire e potremmo star qua ad elencarli all’infinito, il miglior drama dell’anno della TVN è e sarà per sempre Goblin, per ovvie ragioni che chiunque di una discreta sanità mentale comprende ampiamente 😀

Miglior drama TVN 2017 – Goblin

 

Il miglior drama 2017 della SBS

La SBS (Seoul Broadcasting System) è uno dei canali radiotelevisivi coreani più famosi, e quest’anno ci ha dato la possibilità di allietare le nostra giornate nientedimeno che con While you were sleeping e Romantic Doctor Kim.

Entrambi i drama mi sono piaciuti molto, tuttavia trovo che i coreani siano un po’ carenti nei medical drama. Dico questo perché li trovo spesso approssimativi e poco attenti ai dettagli, e io che sono fan di Grey’s Anatomy, non posso apprezzare chi riduce un’operazione in una diretta tv in salotto o chi, facendo finta di operare la cistifellea, poco gli importa se si trova nell’addome o nel cervelletto. Pertanto, il miglior drama dell’anno della SBS, a parer mio, è While You Were Sleeping!

Miglior Drama SBS 2017 – While You Were Sleeping

 

Il miglior drama 2017 della OCN

L’OCN (Orion Cinema Network) è un canale sudcoreano che trasmette principalmente film, i più vecchi durante la giornata, i più recenti in prima serata e molte serie televisive d’oltreoceano, in particolare americane.

Questa emittente televisiva quest’anno ci ha proposto due bei drama diversissimi: My Secret Romance e Tunnel.

Il canale in genere si dedica ai drama polizieschi ma quest’anno ha voluto deliziarci anche con il suo primo show romantico che è ovviamente My Secret Romance con quel figo di Sung Hoon che ha la capacità di annullare completamente il cervello umano femminile, cosicché a fine drama, non ti ricordi neanche se la storia si ambientasse in Corea o a Gerusalemme. Tuttavia, mentre la trama di My Secret Romace è leggermente banale e rivista, quella di Tunnel l’ho trovata più ben fatta e avvincente. Per questo, il miglior drama dell’anno della OCN è Tunnel (che non me ne voglia Hoon-ino mio!)

Miglior Drama OCN 2017 – Tunnel

 

Il miglior drama 2017 della KBS

KBS (Korean Broadcasting System) è il servizio di trasmissione internazionale della rete televisiva sudcoreana.

Quest’anno, questo importante canale televisivo, ci ha allietato con: Queen for seven days e Hwarang.

Hwarang mi è piaciuto, e trovo Go Ra sempre molto simpatica, ma la storia a mio avviso, è mancata di pathos, portando ad un risultato un po’ troppo piatto. Per questo e per lo straordinario fascino della Regina Dangyeong, il miglior drama dell’anno della KBS è Queen for seven days!

Miglior Drama KBS 2017 – Queen for seven days

 

Siete d’accordo con me? Ditemi la vostra nei commenti!

My Secret Romance: quando i cliché danno gioie!

Cari drama fans, ho appena finito My Secret Romace con il bellissimo Sung Hoon, e devo affermare a gran voce che tutti i registi precedenti che gli hanno dato un ruolo secondario nei propri drama (come quello di Oh my Venus), non hanno capito una cippa di come va il mondo!

Dunque, per chi non l’abbia ancora visto, vi parlerò oggi del drama galeotto, che certo non sarà un capolavoro, ma che mi ha permesso di cogliere Sung Hoon in tutta la sua beatitudine.

Il drama è My Secret Romance e il mio voto è 6.5

Fonte: lovemoon-klaudia19.blogspot.com

My Secret Romance

My Secret Romance | La trama

La trama è il punto debole di questo show, causa l’eccesso di cliché e retoriche viste e straviste. Un giovane rampollo di buona famiglia viene mandato a lavorare in uno dei suoi Resort di proprietà (poro figlio) e qui incontra, anzi si scontra, con una giovincella al 2° matrimonio della madre (che si scoprirà essere stata un’attrice erotica, ma questa è un’altra storia).

Passano alcuni anni e i due si ritroveranno a lavorare insieme in una grande compagnia. Piccolo dettaglio: lei è la nutrizionista, lui è il boss della “baracca”. Screzi vari e battibecchi prenderanno con il tempo una piega inaspettata (inaspettata davvero?).

Quindi, ben capite che la trama non vale granché, un po’ sbiadita e scontata, tuttavia la storia è girata in modo così carino e i personaggi sono così ben definiti, che il tutto riesce ad andare oltre ogni aspettativa! E’ il primo drama “rosa” della OCN e come inizio non c’è male. Certo è che non lo consiglio a chi:

  • non ama le storie d’amore
  • non ama i cliché
  • è alla ricerca di eclatanti colpi di scena

My Secret Romance | I personaggi

Cha Jin Wook (Sung Hoon) è un chaebol bello da fare schifo. Un dongiovanni con i fiocchi che passa le sue giornate a divertirsi e correre dietro qualche gonnella. Poi un giorno incontra una ragazza,  Lee Yoo Mi, e senza capire bene il perché, qualcosa in lui cambierà. Ho amato il suo personaggio, ovviamente perché è bellissimo ma anche perché è molto smart e sensibile (ragazzi sensibili se ne trovano solo nei drama -.-). IL BELLO.

Al suo personaggio do un 7

Lee Yoo Mi (Song Ji Eun) è la protagonista femminile della storia. Il personaggio non spicca per originalità e credo sia il primo interpretato da Ji Eun che altro non è che la cantante del gruppo Secret. Per non essere un’attrice, Ji Eun se l’è cavata abbastanza bene, a mio parere, anche se il suo personaggio non è che prevedesse chissà che performance. Yoo Mi è una ragazza che si troverà a dover fare i conti con alcuni scheletri nell’armadio dovuti all’imbarazzante lavoro della madre che influenzerà non poco la sua vita sociale, spingendola a cercare in tutti i modi di non attirare mai l’attenzione e a ricoprirsi di enormi vestiti. ANNA MARIA GORETTI. 

Il mio voto è 6.5

Jung Hyun-tae (Kim Jae-young) è il migliore amico di Yoo Mi e qui si apre la classica friendzone. In una tradizionale storia d’amore da kdrama non poteva di certo mancare, se poi il tizio è anche un romantico scrittore di altri tempi, ancora meglio. Lui carino assai, ma un po’ privo di carisma. Lì imbambolato in balìa degli eventi. Mah io questi tipi non li capisco. IL BAMBOCCIONE.

Gli do un 6

Jang Woo Jin (Park Shin Woon) è il segretario di Jin Wook. Non voglio esagerare ma il secondo motivo per cui bisogna vedere questo drama (il primo ovviamente è Sung Hoon) è per gli outfit pazzaschi di quest’uomo. Giacca a quadretti o fucsia, a fiori o pois, la questione moda è davvero molto ma molto seria per lui. ENZO MICCIO.

Il mio voto è 7

Anche se le banalità abbondano, questo kdrama mi è piaciuto perché, ora come ora, cercavo una storia leggera, nient’affatto impegnativa e dolce quanto basta. Per questo lo consiglio a tutti coloro che in questo momento han voglia solo di svagare la mente e rincuorare un po’ l’anima con tanta tenerezza. Unica pecca, devo dirlo, sono gli ultimi due episodi. Mammaaaaaa che noia mostruosa, credevo di non potercela fare….. come rovinare una robetta carina. Ma va beh.

Per chi volesse iniziare a vederlo consiglio il fantastico blog di klaudia (Love Moon) dove il drama è completo. Buona visione 😉

Tunnel: il profilo psicologico-comportamentale del ‘serial killer’. Drama-Spoiler!

Ragazzi, dopo aver visto questo drama ho scoperto una nuova passione (come se non ne avessi abbastanza): sto parlando della psicologia criminale! Ci mancava solo questa. Ora, oltre ai libri sul nazismo e sul terrorismo, andrò girando anche con i libri di criminologia ed sarà la volta buona che mi arrestano per comportamenti sospetti e potenzialmente pericolosi. Chi non ha visto questo drama legga il mio post Tunnel: quando la vita si distrae, cadono gli uomoni, perché questo è un drama SPOILER!

Tunnel

Continua a leggere

Tunnel: quando la vita si distrae, cadono gli uomini.

Quando ho iniziato a vedere Tunnel, non avevo ben chiaro in mente cosa cercassi o volessi. Ho avviato diversi drama per poi sospenderli senza una precisa ragione. Era un tipico momento “levatevi tutti che non me ne va bene uno”.

Poi ho iniziato Tunnel.

La prima puntata mi ha incuriosito: un detective, un susseguirsi di strani omicidi, un paio di pantaloni anni ’80 e un giubbino di pelle di quelli troppo grandi.

Il mio voto è 7.3

Fonte: Viki.com

Tunnel ricorda un po’ il film americano Seven per la tipologia, e quindi a chi è piaciuto, ne consiglio la visione (senza farsi fermare da qualche punto di noia demoralizzante).

 

Tunnel | La trama

L’ambientazione è quella del 1986, in America usciva Top Gun al cinema, in Inghilterra veniva pubblicato il primo Dylan Dog e in Corea delle giovani ragazze dai 20 ai 30 anni venivano uccise secondo un macrabo rituale che le vedeva legate per mani e piedi con dei collant (secondo la storia narrata nel drama, si intende). Park Kwang Ho è il giovane detective che indaga su questa serie di casi senza riuscire a venirne a capo, finché una notte, nel tunnel dove era stato ritrovato l’ultimo corpo, vede qualcosa e la sua vita cambierà per sempre.

Il mio rapporto con questo drama ha avuto alti e bassi. Inizialmente mi ha colpito positivamente, perché devo riconoscerlo, la storia intriga non poco. Poi, vi avverto, seguono alcune puntate in cui la storia principale sembra essere momentaneamente messa in pausa, che mi hanno annoiato talmente che pettinare le bambole a confronto sembrava un vero Carnevale di Rio.

Al che, mi sono detta: “Ecco qua, altro buco nell’acqua”. E invece nuovamente mi sono dovuta ricredere. Quando il regista, molto saggiamente, ha deciso di riprendere il filo della matassa e snocciolarla pian piano in tutte le sue sfaccettature, il tutto è diventato abbastanza interessante, grazie alla grande attenzione dedicata all’analisi psicologica del criminale. Insomma per catturare l’assassino, più che cercare e analizzare prove, si cerca di scoprirne il passato, le paure e i traumi che ne spieghino l’atteggiamento criminale.

L’analisi psicologia dei comportamenti mi conquista sempre, non posso farci niente.

Alla trama do un 7.5

 

Tunnel | I personaggi

Park Kwang Ho (Choi Jin Hyuk) è il Capo detective che si trova “impicciato” in questa triste situazione! Il suo personaggio è un tantino violento e sgorbutico, ma buono e genuino. Un uomo di altri tempi, insomma. Choi Jin Hyuk non rientra tra i miei attori preferiti ma neanche tra quelli che non mi scendono. Mi è semplicemente indifferente… però il suo personaggio in questo drama mi è piaciuto, a parte per il giubotto/tendone da circo tipicamente anni ’80. FONZIE

Gli do un 7

Risultati immagini per Tunnel drama gif

Kim Sun-Jae (Yoon Hyun-Min), per strane circostanze, si troverà ad investigare al fianco di Kwang Ho. All’inizio è davvero seccante, ma come tutti i personaggi dinamici, cioè che hanno un’evoluzione e una crescita nel corso della storia, non poteva non conquistarmi. Certo il suo atteggiamento costantemente cupo e scontroso male non ha fatto. BRONTOLONE

A lui do un 7.5

Shin Jae-Yi (Lee Yoo-Young) è una giovane professoressa universitaria di Psicologia Criminale. Aiuta Kwanh Ho e Sun Jae a risolvere i casi e definire il profilo dell’assassino. E’ leggermente inquietante come tipo. Occhi spenti fissi nel vuoto, e foto dei corpi martoriati delle vittime appese in cameretta. MERCOLEDI’ ADDAMS

Il mio voto per il suo personaggio è 7

La storia di questo drama, nel momento in cui viene svelata, si manifesta in tutta la sua particolarità. Come la psiche umana possa essere deviata, da cosa o da chi, è qualcosa di affascinante. Alla fine, quando scoprirete cosa si nasconde dietro a tutte queste tristi morti, non potrete che riconoscere che quando la vita si distrae, cadono gli uomini. Purtroppo.

Se avete già visto questo drama leggete il mio post Tunnel: il profilo psicologico-comportamentale del ‘serial killer’. Drama-Spoiler!