The King Loves: Goryeo e l’invasione mongola di Yuan!

Vi chiederete come mai amo i drama storici? Ebbene, perché consentono di dedicarmi al tanto mio amato angolo di storia!!

Ho da poco concluso The King Loves, e non potevo non andare un po’ indietro nel tempo per cercare di chiarire cosa caspiterina successe tra Goryeo e Mongolia quasi mille anni fa!

Kublai Khan

Kublai Khan

Come già vi accennai nel mio post sulla storia di Goryeo, questa dinastia unificò la Corea nel 918 d.C. con il caro Taejo, babbo di Wang So, protagonista di Moon Lovers, e si concluse nel 1392 d.C. quando lasciò il passo alla dinastia Joseon.

La forbice temporale narrata in The King Loves, riguarda gli ultimi 100 anni della dinastia Goryeo. Io nella mia digressione partirò un po’ prima.

Era il 1231 quando i Mongoli, a seguito di una breve alleanza con Goryeo per contrastare la discesa dal Nord dei Khitani, invasero Ganghwado nella baia di Gyeonggi (poco più a nord dell’attuale Seul, sul confine con la Corea del Nord). L’allora Capo Militare di Goryeo, Choi Ui, non accettò di buon grado questa scelta mongola, e decise di contrastarli combattendo sul campo per 30 anni.

I mongoli, nel frattempo, devastarono larghe zone di JeollaGyeongsang, comportando diverse perdite in vite umane. Anche se l’esercito coreano vinse diverse battaglie, non riuscì a resistere totalmente alle ondate di invasioni, che causarono il caos, la perdita di vite umane e la carestia in gran parte del Paese. Nel marzo 1258 d.C., Choe Ui fu assassinato da Kim Jun, così finalmente la Corea nel 1259 d.C. avviò le trattative di pace con la Mongolia.

Il giovane Principe Ereditario, Wonjong (nonno di Wang Won nel drama), prossimo a diventare Re (cosa che avvenne l’anno dopo nel 1260 d.C.), repentinamente si recò nella capitale mongola, Yuan, per giurare fedeltà ai mongoli e chiedere all’Imperatore Kublai Khan (khan dei mongoli e imperatore della Cina a partire dal 1260 d.C., molti lo ricorderanno per i racconti di Marco Polo) sua figlia in sposa, che però non divenne mai Regina. La scelta di Wonjong sarà lungimirante in quanto, grazie a questo matrimonio, Khubilai, non instaurò un dominio diretto a Goryeo, che divenne una sorta di potenza interna dell’Impero Mongolo. Addirittura alla dinastia di Goryeo fu permesso di sopravvivere e furono incoraggiati i matrimoni misti con i mongoli (i cosiddetti tributi). Cosa ben diversa fu, invece, per la Cina, che fu completamente sottomessa con il divieto assoluto di matrimonio tra cinesi e mongoli.

Le due nazioni si intrecciarono per 80 anni, grazie ai continui matrimoni tra Re coreani e principesse mongole, difatti l’ ultima imperatrice della dinastia Yuan (che terminò nel 1368 d.C.)  fu proprio una principessa coreana.

Il successore di Wonjong fu Chungnyeol, padre di Wang Won nel drama. Chungnyeol era figlio della prima moglie di origine coreana di Wonjong. Come il padre prima di lui, sposò la principessa Jegukdaejang figlia di Kublai Khan, divenne Re nel 1274 d.C. (e fino al 1308 d.C.) e, a differenza del suo predecessore, incoronò Jegukdaejang Regina. Sarà la prima sovrana mongola di Goryeo. Suo bisnonno era, niente di meno che Gengis Khan!

La nuova Regina portò con sé a Goryeo i suoi servi dalla dinastia Yuan e continuò a praticare gli usi e le abitudini mongole. La principessa Jeguk cercò di dedicarsi agli affari nazionali. La sua personalità era molto forte e brillante, morì nel 1297 d.C..

Dall’unione del Re Chungryeol e della principessa Jeguk, nacque  Chungseon, il nostro Wang Won, che fu il primo principe ereditario di sangue misto della Dinastia Goryeo.

Re Chungseon

Re Chungseon

Chungseon nel 1296 sposò una principessa di Yuan, dopo aver contratto matrimonio con altre tre nobili coreane. Nel 1297 causò una violenta purga a corte, a seguito della morte della madre che lui ritenne essere stata assassinata. Il padre, il Re Chungnyeol, sconvolto dalla morte della consorte, abdicò a favore del figlio (1298 d.C.), che però a causa di un intenso complotto tra la fazione della sua regina mongola e quella della sua regina coreana, restituì il trono al padre poco dopo.

Dopo la morte del padre nel 1308, il re Chungseon fu costretto a tornare sul trono di Goryeo e fece non pochi sforzi per riformare la politica giudiziaria. Abdicò nel 1313 d.C., e fu sostituito dal figlio Chungsuk di Goryeo anch’esso di sangue misto. Wang Won, secondo i fatti storici, morì nel 1325.

Non si hanno notizie storiche di Wang Rin, Eun San e  Wang Dan.

Queste sono le testimonianze storiche dei fatti narrati in The King Loves.

Per quanto riguarda , invece, ciò che accadde a Goryeo negli anni successivi, ricordiamo che nel 1356 d.C. riuscì a riconquistare i suoi territori del Nord cacciando i mongoli di Yuan con il Re Gongmin, nipote di Chungseon, approfittando della crisi mongola che portò la Dinastia Yuan a sbriciolarsi sotto la Dinastia Ming. Gongmin rimosse dalle cariche ufficiali tutti i nobili di origine mongola, cadendo però in depressione dopo la morte della moglie (mongola anch’essa).

Il suo successore, Re U, figlio di Gongmin e della sua concubina, nel 1388 d.C. (venti anni dopo la caduta di Yuan e la liberazione mongola) invase la Cina mettendo a capo dell’esercito il Generale Yi Seong-gye, che arrivato al confine si ribellò, mise a morte gli ultimi tre Re di Goryeo, usurpò il trono e fondò nel 1392 d.C. la Dinastia Joseon.

Da qui ha inizio una nuova era per l’antica Corea.

 

The King Loves: la Dawson’s Creek di noialtri. Drama-Spoiler!

Finalmente un drama che mi ha appassionato come non mi succedeva da un po’, sto parlando di The King Loves una serie Viki Original. Chi non ha visto questo drama, non vada oltre ma passi a leggere The King Loves: una piacevole scopersa. Il mio consiglio del mese, perché questo è un drama-spoiler!

Risultati immagini per wang rin e eun

Continua a leggere

The King Loves: una piacevole scoperta. Il mio drama consiglio del mese

Che riuscissi a scrivere due drama consigli per due mesi di seguito, è una cosa che non succedeva da tanto, per questo sono piacevolmente colpita!

Ho iniziato The King Loves davvero per caso, e devo riconoscere che un drama non mi appassionava così ormai da Queen for Seven Days, che ho visto nel lontano mese di agosto. Quindi capite il mio shock.

Il mio voto per The King Loves è 9

The King Loves

Il motivo principale del mio entusiasmo sta tutto in un singolo personaggio, quello interpretato da Hong Jong-hyun. Ragazzi, ho scoperto un nuovo amore, pur non essendo Jong Hyun il protagonista, cosa che non fa altro che riconfermare il mio debole per i secondi lead.

 

The King Loves | La Trama

The King Loves è la storia di una meravigliosa amicizia, tra un principe, Wang Won, e l’erede di una nobile casata di Goryeo, Wang Rin.

Wang Won è un principe di sangue misto, in quanto figlio del Re di Goryeo e della figlia i Kublai Khan, Imperatore dei mongoli, popolo che più volte aveva fatto tremare la Corea sotto i propri attacchi. Pur di salvare Goryeo dalla minaccia mongola, il Re Chungnyeol decide di contrarre nuove nozze con la principessa mongola Wonsung, allontanando da Palazzo la prima moglie il suo primogenito, nonché legittimo erede di sangue “puro”. Facilmente si intuisce l’enormità del malcontento che questa scelta provocherà, in particolare tra la gente di Goryeo, che teme la possibilità che un giorno il trono passi nelle mani di un principe per metà mongolo, come una perdita della propria identità in quanto popolo. Il malcontento prende forma in quei nobili che, alle spalle del sovrano, orchestrano in silenzio e cautamente un sovversivo tentativo di portare sul trono il discendente di stirpe reale “pura” più prossimo al trono (dato che nel frattempo il primo figlio del Re sembra scomparso) che risulteranno essere i figli del fratello della Regina esiliata: Wang Jeon e Wang Rin.

Mentre Wang Jeon, essere alquanto infimo e codardo, già sogna il trono macchiandosi di scabrosi crimini, Rin, di tutt’altro spessore morale ( <3 <3 <3 <3 ), crescendo diventerà un grandissimo amico di Wang Won. Quando i due hanno pressappoco 12 anni, incontrano la figlia del Ministro delle Risorse Eun Young-Baek e il principe Won se ne innamora, tutta via la fanciulla verrà coinvolta in pericolosi intrighi di corte.

Alla trama do un 9

 

The King Loves | I personaggi

Wang Won (Siwan) è un giovane pieno di vita che ama passare le giornate fuori dal Palazzo e nascondere la sua profondità d’animo sotto la maschera di un fannullone che passa buona parte del tempo ad ubriacarsi. Il suo personaggio in realtà è molto sensibile. E’ cresciuto con una madre aggressiva, pronta a difenderlo con le unghie e i denti in una Goryeo che ritiene una “colonia mongola”, e un padre che lo ha sempre allontanato, completamente posseduto dal timore che un giorno, il figlio, di fatto più potente di lui essendo nipote diretto dell’Imperatore mongolo, potesse ucciderlo. La sua vita non sarà facile, ma Won incontra Rin, e troverà in lui un amico, un fratello, un suddito fedele, un sostenitore leale. Rin è la sua salvezza e la sua gioia di vivere.

Al personaggio di Won do un 8

 

Wang Rin ( Hong Jonh Hyun) è il figlio del Ministro Wang Young. Rin è quello che molti nobili definiscono un discendete “puro” di Goryeo, essendo nipote diretto della prima Regina. Lui è perfetto: è saggio, è leale, è giusto, è privo della più piccola goccia di sangue mongolo. Tuttavia, ha un difetto, se difetto si può dire: è completamente fedele al suo amico Won. Per tutta la sua vita gli è stato vicino, camminando sempre un passo indietro e lasciandolo sempre vincere nella lotta. Rin è l’amore! Io ho amato questo personaggio in modo inverosimile! Anche perché mi ricorda il mio adorato Kim Woo Bin!

Il mio voto per Rin è 10

Wang Rin - The King Loves

Wang Rin – The King Loves

 

Eun San (Yoona) è la figlia del Ministro delle Risorse Eun Young-Baek, commerciante dalle ricchezze talmente numerose da far invidia allo stesso Re. Ma come si dice? Il denaro non fa la felicità! Saranno proprio queste ricchezze a rendere dura la vita di Eun San, perché ambite dai ribelli che voglio porre sul trono un nuovo principe ereditario. Eun San è una ragazza esperta di arti marziali, solare, determinata.

Al suo personaggio do un 9

 

Il Re Chungnyeol (Jung Bo-Suk) è un personaggio, a mio parere, debole. Vive come prigioniero dei mongoli nel suo stesso Palazzo. Si sente inferiore a Kublai Khan e alla sua discendenza e per questo alzerà dei muri sia nel rapporto con il figlio che con la Regina Wonsung. Tuttavia è un buono. Magari fosse stato anche un po’ più furbo ci saremmo risparmiati tanti grattacapi.

Il mio voto è 7

 

La Regina Wonsung (Jang Young-Nam) è un personaggio che ho trovato particolarmente affascinante. Principessa mongola, circondata da guardie mongole, sia uomini che donne, che per capelli e modalità di combattimento trasudano un non so che di barbaro, di selvaggio. E’ questo piglio un po’ primitivo che rende gli abitanti di Goryeo ostili. Capite? Sono i Romani che vengono schiacciati dai barbari, la civiltà che viene vinta dall’inciviltà. E’ un po’ questo il concetto che passerà per la testa dei ribelli, e che renderà la vita non facile alla Regina e a suo figlio. Wonsung è un po’ così: per metà selvaggia, irascibile, incontrollabile, impossibile da addomesticare, e se in molte occasioni fa davvero paura, l’ho apprezzata tantissimo per la sua fierezza, la sua forza, la sua classe.

Il mio voto è 9

Regina Wonsung - The King Loves

Regina Wonsung – The King Loves

 

Ragazzi miei, che dirvi, io trovo questo drama degno di ogni attenzione possibile, quindi correte a vederlo, e se già lo avete fatto passate a leggere il mio post The King Loves: la Dowson’s Creek di noialtri. Drama-Spoiler!

 

Moon Lovers: alla scoperta delle location del drama

Moon Lovers ci ha conquistato per tanti motivi: la trama avvincente e la storia d’amore epica ma anche le affascinanti ambientazioni.

Ho fatto una ricerca riguardo i luoghi del drama e ho scoperto che il Palazzo della Dinastia Goryeo era il Manwoldae Palace. Purtroppo però è andato distrutto nel 14° secolo… ! Amarezza.

Ma quindi dove sono state girate le scene di Moon Lovers?

Inizialmente ho pensato che si fossero girate a Gyeonghuigung (il palazzo deve è stato girato Queen In Hyun’s Man per intenderci), dato che mi sembra che gira e rigira sempre là si va a cascare. Ma invece no!

Forse perché Gyeonghuigung risale alla Dinastia Joseon (quindi più recente) o forse perché al regista non gli garbava, fatto sta che il reale Palazzo non ha ospitato le suddette riprese.

Moon Lovers è stato invece girato nel Ondal Tourist Park a Danyang a due ora da Seul, che altro non è che un famoso set di riprese che ricrea un tipico Palazzo imperiale della Cina con annesse case di nobili e anche del popolo, e dove si sono girati tantissimi drama (a mia insaputa), primi tra tutti Faith nel 2012.

Ondal-Tourist-Park.

Invece, le scene principali del Palazzo sono quelle di Baekje Cultural Land in Buyeo, anch’esso a due ore da Seul anch’esso noto set di riprese che ricrea un tipico Palazzo imperiale del periodo dei Tre Regni. Non capisco bene come il cast si sia potuto dividere tra queste due location essendo sulla carta tutt’altro che vicine… bah.

Baekje Cultural Land

Devo riconoscere che scoprire che il Palazzo originario del Sovrano durante la dinastia Goryeo (Manwoldae) non esiste più, un po’ mi è dispiaciuto. Il Palazzo sorgeva ai piedi del monte Songak che oggi fa parte della Corea del Nord. Quindi anche se il Palazzo fosse sopravvissuto, difficilmente avremmo potuto visitarlo. Anzi, che non sia ancora lì e Kim Jong-un vuole farci credere che sia andato distrutto?

Scherzi a parte, la sua distruzione purtroppo risale a molto prima della divisione della Corea (avvenuta nel 1945).

Cercando il monte Songak sulla cartina mi è venuto in mente che Wang So ad un certo punto viene mandato dal padre a Pyongyang per costruire una seconda capitale. Che Taejo ci avesse visto lungo? Perché Pyongyang di fatto oggi è la capitale della Corea del Nord.

Tuttavia ho scovato altri interessanti luoghi del drama. Primo tra tutti, quello del lago in cui Hae Soo si ritrova catapultata in età Goryeo mentre i Principi passano allegramente i pomeriggi facendosi il “bagnetto”. Altro non è che il lago Cheonjuho a Pocheon, un meraviglioso teatro all’aperto di percorsi pedonali, sculture e molto altro in cima ad una montagna dai ripidi pendii nella provincia di Gyeonggi ad un’ora e mezza da Seul. Se non è il Paradiso, ci si avvicina molto.

Lago di Cheonjuho a Pocheon

Altro sito che è stato molto usato nelle riprese è stato il Nampyeong Moon Clan che ancora oggi mantiene 9 case tradizionali e due padiglioni del 18° secolo.

Lo riconoscete in qualche scena? Io non riesco a fare mente locale ma difatti mi è molto familiare.

Nampyeong-Moon-clan

Rispolveriamo la storia di Goryeo per capire meglio Moon Lovers

Moon lovers, oltre ad averci conquistato per la sua toccante storia d’amore, ci ha anche dato qualche lezione frammentaria di storia. Tuttavia, non essendo la storia il tema principale del k-drama, ci ha lasciato alcuni dubbi lacunosi.

Quindi andiamoli a colmare!

I tre Regni di Corea 576 d.C.

I tre Regni di Corea 576 d.C.

Su Amazon è possibile trovare un po’ di oggettistica dedicata a Dinastia Goryeo e diversi libri in inglese con mia grande sorpresa! Partiamo con il dire che la storia della Corea, come quella di molti Paesi dell’Asia e del Vecchio Continente, parte dal Paleolitico fino ad arrivare ai giorni nostri. Intorno all’anno zero il territorio era diviso in tre Regni: Goguryeo, Silla e Baekje.

Nel 918 d.C. i tre Regni furono unificati sotto la dinastia Goryeo (da Goguryeo appunto), da cui deriva l’attuale nome Corea. Il giovane figlio di ricchi commercianti dell’epoca, dotato di grandi capacità militari, riuscì in questa impresa e divenne il primo Re di Goryeo. Il suo nome era Taejo Wang Geon e governò dal 918 al 943 d.C. Goryeo sopravvisse dopo di lui fino al 1392 quando iniziò la dinastia Joseon, terminata poi nel 1897 con la nascita dell’Impero coreano. Quest’ultimo duró poco, fino al 1910 quando ci fu l’annessione al Giappone.

Taejo viene ricordato per aver cercato di inserire nella sua coalizione politica anche i nemici che aveva sconfitto e sottomesso, sposando le figlie dei sovrani caduti e distribuendo titoli e terre ai nobili, nonché per aver assegnato per la prima volta dei cognomi ai nobili a lui fedeli al fine di poterli riconoscere con facilità. Questa unificazione fu molto importante nella storia della Corea perché ne ha stabilito i confini odierni. Difatti, la Corea è stata da allora uno Stato unitario fino al 1948, quando si è divisa in Corea del Nord sotto il controllo dell’Unione Sovietica e Corea del Sud sotto il controllo degli Stati Uniti a seguito della fine della Seconda Guerra mondiale. Divisione che portò diverse tensioni irrisolte e alla conseguente guerra di Corea (1950 – 1953), quando la Corea del Nord invase la Corea del Sud.

Ma facciamo un passo indietro e torniamo alla dinastia Goryeo. I figli di Taejo quasi non si contano, date le sue innumerevoli consorti tra Regine, concubine e dame di corte. E ben lo sappiamo noi che dovevamo seguire le puntate di Moon Lovers con gli appunti!

Tralasciando quelle meno rilevanti ai fini storici (non possiamo portarne il conto), le Regine e consorti che lo affiancarono furono:

  • La Regina Sinhye  da cui non ebbe figli
  • La Regina Janghwa da cui ebbe il primo figlio Hyejong di Goryeo (Wang Mu), 1 ° principe di Goryeo e pertanto Principe Ereditario
  • La Regina Sinmyeongsunseong (Regina Yoo) da cui ebbe il 2° principe Tae che morì giovane, il 3° Principe Jeongjong (Wang Yo), il 4° Principe Gwangjong (Wang So) e il 14° Principe in seguito Vice Re Moonwon (Wang Jung), e anche il Principe Jeungtong Gooksa, la Principessa Naklang e la Principessa Heungbang tutti e 3 morti prematuramente
  • La Regina Sinjeong (Regina Hwangb) da cui ebbe l’8° Principe Daejong (Wang Wook), padre di quello che sarà il 6° Re di Goryeo, e la principessa Yeon Hwa (poi Regina Daemok), madre di Gyeongjong 5° Re di Goryeo e primo figlio di Gwangjong
  • La Regina Sinseong da cui ebbe il 13° Principe Ahnjong (Wang Ook) padre di quello che sarà l’8° Re di Goryeo
  • Lady Dongyangwon da cui ebbe il 9° Principe Hyoeun
  • Lady Sogwangjoowon da cui ebbe il 10° Principe Gwangjoowon (Wang Eun)
Gwangjong di Goryeo

Gwangjong di Goryeo | Moon Lovers

Pertanto i figli di Re Taejo sono:

Hyejong (Wang Mu), 1 ° principe 

Tae, 2° principe

Jeongjong (Wang Yo), 3° Principe

Gwangjong (Wang So), 4° Principe

Jeungtong Gooksa, 5° Principe

Principessa Naklang

Principessa Heungbang

Daejong (Wang Wook), 8° Principe

Hyoeun, 9° Principe 

Gwangjoowon (Wang Eun), 10° Principe

Principessa Yeon Hwa

Ahnjong (Wang Ook), 13° Principe

Vice Re Moonwon (Wang Jung), 14° Principe

 

Alla morte di Taejo (943 d.C.), salì al trono il Principe ereditario con il nome di Hyejong, 2° Re di Goryeo, per soli 2 anni (943 d.C.-945 d.C.). Secondo gli storici il suo breve Regno fu costellato di complotti, tra cui quello condotto dai Principi Wang Yo e Wang So (NOO diteci che c’è stato un errore di scrittura!!)

Il breve Regno del Principe Wang Mu fu seguito da un altro altrettanto breve Regno, quello del 3° Principe che prese il nome di Jeongjong, 3° Re di Goryeo (945 d.C.- 949 d.C.).

Principi di Goryeo | Moon Lovers

Principi di Goryeo | Moon Lovers

 

Il 4° Re di Goryeo fu Wang So con il nome di Gwangjong. Il suo Regno durò ben 26 anni (949 d.C. – 975 d.C.). Nonostante alcuni storici raccontino di alcuni suoi atti particolarmente crudeli, Gwangjong è ricordato come il Re che ha consolidato e reso grande Goryeo, emancipato gli schiavi, indebolito i nobili, introdotto l’esame nazionale per il servizio civile (sì proprio quello di Moonlight drawn by clouds e Sungkyunkwan Scandal) cacciando in questo modo i potenti clan dalla Corte e sostituendoli con funzionari scelti con meritocrazia.

Gwangjong ha avuto due consorti: la Regina Daemok (Principessa Yeon Hwa) e la Principessa Gyeonghwagung.

Da quest’ultima non ebbe figli, mentre dalla prima ebbe il Principe ereditario Wang Ju (5° Re di Goryeo Gyeongjong), il principe Hyohwa scomparso prematuramente, le principesse Cheonchujeon e Bohwagung, e la futura Regina Mundeok.

Ma a noi piace pensare che abbia avuto anche un’altra figlia… una bella bambina con lo sguardo fiero e un fermaglio tra i capelli..

Vi dirò di più, Moon Lovers mi ha lasciato un profondo interesse per questo periodo storico che mi piacerebbe approfondire. Per ora ho trovato un romanzo inventato e leggero ambientato durante i tre Regni di Corea, Goryeo – Quello che volevo eri tu, ma avendo una certa fissa per le biografie storiche, sono più interessata a qualcosa di più “documentato”! Purtroppo la maggior parte dei libri al riguardo sono in inglese, però ne ho scovati due in italiano che potrebbero essere interessanti per chi ama la storia e sono La Corea di ieri e di oggi (che momentaneamente non è disponibile online -.-) e Storia della Corea: dalle origini ai giorni nostri.

Buona lettura 😉

Scarlet Heart Ryeo: ce n’é per tutti. Drama-Spoiler!

Pochi forse non l’avranno ancora visto e ancora meno non ne avranno sentito parlare: Scarlet Heart Ryeo è sicuramente uno dei migliori k-drama del 2016. Vi avverto, se non lo avete visto passate a leggere Moon Lovers: il mio drama consiglio di novembre, perché questo è un drama SPOILER!

Scarlet Heart Ryeo

Scarlet Heart Ryeo

Continua a leggere

Moon lovers: Scarlet Heart Ryeo. Il mio drama consiglio di novembre

Se ne è tanto parlato, ha tenuto tutti gli appassionati del genere attaccati allo schermo, ha fatto ridere di gusto e ha fatto piangere davvero. A 10 giorni dalla sua conclusione, Moon Lovers non poteva non essere il mio drama consiglio per il mese di novembre.

moon-lovers-scarlet-heart-ryeo

Moon Lovers: Scarlet Heart Ryeo

Finalmente il momento è arrivato, lo stavo attendendo da mesi e ormai mi ero quasi convinta che questo anno sarebbe passato così, senza un k-drama degno di tener testa a Descendants of the sun. E invece no. Il degno concorrente è arrivato, ed è Moon Lovers: Scarlet Heart Ryeo.

Sicuramente l’avrete letto un po’ ovunque, ma al di là della popolarità, davvero Moon lovers non può non essere consigliato, anche solo per la qualità della produzione.

Il mio voto è 9.8

Fonte: lovemoon-klaudia19.blogspot.com

Per inquadrarlo bene occorre fare una piccola ripassata della storia della Corea, ma in questo articolo mi limiterò a fare un breve riepilogo. Per tutti i dettagli storici invece vi rimando al mio articolo sulla Dinastia Goryeo.

 

Moon lovers: Scarlet Heart Ryeo | La trama

La storia, condita con ovvie invenzioni, è quella della Corea al tempo della dinastia Goryeo. Parliamo di un’epoca anteriore a quella Joseon, che drama come Moon embracing the sun, Moonlight drawn by clouds, My love from the star, nonché Sungkyunkwan Scandal ci hanno insegnato a conoscere.

L’epoca in questione va dal 918 d.C. al 1392 d.C. e lo possiamo ben vedere dagli abiti diversi rispetto all’epoca Joseon, nonché da alcune abitudini più retrograde, come quella di avere più mogli. In particolare la storia inizia sotto il regno di Taejo di Goryeo che fondò la dinastia unificando i precedenti tre regni di Goguryeo, Silla e Baekje. In quest’epoca lontana si ritroverà per sbaglio Go Ha-jin, ragazza dei nostri tempi, dopo aver cercato di salvare un bambino che stava annegando nel lago. Ha Jin si risveglierà a Goryeo nel corpo di Hae Soo e intreccerà ben presto uno stretto rapporto con tutti i figli in vita di Taejo, i principi di Goryeo. Tra questi c’è il 4° principe, Wang So, sfigurato da piccolo e perciò costretto ad indossare una maschera che gli copra la vistosa cicatrice sotto l’occhio sinistro. Chiuso, violento e aggressivo, il 4° principe è temuto da tutti e chiamato dal popolo cane lupo, ma troverà in Hae Soo una persona che andando oltre le apparenze, saprà capirlo e trattarlo per la prima volta con umanità.

moon-loversLa trama è già di per sé davvero interessante, poi le bellissime scene della vita di palazzo con i principi sono la ciliegina sulla torta: litigi, lotte, feste, scherzi, contornano la vita di questi ragazzi nel fiore dell’età, che troveranno in Hae Soo una compagna di giochi, un’amica fedele, una sorella premurosa e forse qualcosa di più.

Il mio voto è 10

Moon Lovers: Scarlet Heart Ryeo | I personaggi

La prima cosa necessaria quando si inizia a vedere Moon lovers è cercare di inquadrare per bene i principi! Sì perché sono talmente tanti e tutti così belli (tranne il 9° permettetemi di dirlo) che all’inizio farete una confusione pazzesca a seguire la storia…

Wang Mu (Kim San-ho) è il principe ereditario, primo figlio di Taejo. Penserete che la vita dell’erede al trono sia facile… e invece no se sei il primo di 14 fratelli!!! Ebbene sì, perché il caro vecchio mandrillo di Taejo, per creare alleanze con i nobili e rafforzare il suo Regno appena nato, ben pensó di prendere più mogli della serie: “Non facciamo torto a nessuno!” 

Ottimo piano, se non fosse che un torto l’hai fatto e l’hai fatto a quel poveraccio di Wang Mu, mettendogli alle calcagna una sfilza di principi con tutte le carte in regola per sedersi sul trono! Fin da subito in effetti la sua vita non sarà facile. Buono di carattere, forse troppo buono per il ruolo che la storia gli ha assegnato, il suo personaggio mi ha fatto un po’ pena!

Il mio voto è 6.5

Wang Eun (Byun Baek-hyun) è il 10° principe così carino e simpatico. Molto immaturo e viziato, è un personaggio davvero positivo. Sue sono tutte le scene più belle e gioiose, un po’ la mascotte del gruppo potremmo dire!

Il mio voto è 7

Wang Wook (Kang Ha-neul) è l’8° principe, fratello della principessa Yeon-hwa, in quanto entrambi figli alla 4^ Regina Hwangb. E’ un personaggio che ha una certa evoluzione nel corso della storia. Per lui non ho avuto simpatia fin dall’inizio, senza un particolare motivo. Anche se devo riconoscere che lo preferisco per bellezza a Joon Gi… ma diciamolo…. Joon Gi non avrà grande bellezza, ma in questo drama ha fascino da vendere.

Il mio voto è 6.5

Wang So (Lee Joon Gi) è il 4° principe. Insieme a Wang Yo (2° principe) e Wang Jung (14° principe) interpretato da Ji Soo (da poco operato d’urgenza), è il figlio della 3^ Regina Yoo. Il suo personaggio è un misto di buono e cattivo, di amore e odio. In lui si riversano sofferenza e solitudine, bontà e desiderio di essere amato. A tratti capace di atti di violenza inaudita e a tratti capace di sorridere come un bambino innocente…. Non posso definirlo un buono, non posso definirlo un cattivo.

Wang So è semplicemente Wang So e non sarebbe così bello come personaggio se avesse avuto anche solo un dettaglio diverso.

Il mio voto è 9

Hae Soo (Lee Ji-eun) è la protagonista femminile della storia. Mi è piaciuta molto. Mi sono particolarmente immedesimata in lei, così irruenta e fiera dei suoi principi di eguaglianza e parità proprio del nostro secolo. Capace di trattare con lo stesso affetto le donne ma anche gli uomini, senza curarsi delle apparenze e dei possibili fraintendimenti.

Il mio voto è 9

 

Moon lovers: Scarlet Heart Ryeo | La colonna sonora

Finora le OST dei drama non mi hanno quasi mai deluso, ma questo caso è diverso: questo caso è unico.

Will Be Back di Im Sunhae non è solo una colonna sonora bellissima…. è qualcosa di toccante, qualcosa che arriva alle corde dell’anima e le fa vibrare, è poesia.

Il mio voto è 10

Insomma finalmente Descendants of the sun ha un diretto concorrente nella corsa al premio miglior drama del 2016. Viki non ha ancora iniziato la traduzione di Moon Lovers, ma l’hanno fatto tanti altri blog indipendenti come Love Moon. Se volete iniziare questo drama, qui troverete tutti gli episodi tradotti.

Se invece già lo avete visto, leggete il mio Moon Lovers drama spoiler!

Buona lettura!

 

Scarlet heart ryeo: quali sono le reali differenze di età tra i membri del cast?

Gli attori del bellissimo Scarlet Heart Ryeo sono coetanei oppure no? Quanti anni li separano? In alcuni casi la risposta potrà sorprendevi!
Nel drama l’età dei personaggi è alquanto vaga, nella vita reale invece all’età non si sfugge:

Scarlet heart ryeo

Scarlet heart ryeo

1. UI (Hae Soo) e Lee Joon Ki (4 ° principe Wang So) 11 anni di differenza

Ebbene sì. Lo so che è scioccante ma IU è nata il 16 maggio del 1993 e Lee Joon Ki il 17 aprile del 1982. tuttavia hanno una chimica innegabile. Dopotutto l’amore non ha età.

2. Kang Ha Neul (8 ° Principe Wang Ok) e il Park Shi Eun (Lady Hae) 10 anni di differenza

Marito e moglie sullo schermo, nella realtà li separa un intero decennio, Kang Ha Neul ha 26 anni e Park Si Eun 36.

3. UI (Hae Soo) e Kang Ha Neul (8 ° Principe Wang Ok) 3 anni di differenza

Abbiamo già detto che IU ha 23 anni,e Kang Ha Neul 26 quindi la differenza d’età in questo caso è quasi impercettibile!

4. Ji Soo (14 ° Principe Wang Jung) e Baekhyun (10 ° Principe Wang Eun) 1 anno di differenza

Ji Soo (che è stato da poco operato d’urgenza) ha 23 e Baekhyun 24. Questi due potrebbe addirittura essere fratelli nella vita reale!

5. Ji Soo (14 ° Principe Wang Jung) e Nam Joo Hyuk (13 ° Principe Wang Wook) 1 anno di differenza

Ji Soo è nato il 30 marzo del 1993 e Nam Joo Hyuk il 22 febbraio del 1994, non c’è da stupirsi che siano così buoni amici nella vita reale, dato che hanno quasi la stessa età!

6. Nam Joo Hyuk (13 ° Principe Wang Wook) e il Park Shi Eun (Lady Hae) 14 anni di differenza

Nam Joo Hyuk ha 22 anni e Park Si Eun 36: 14 anni di differenza! Bé si vede che lei è più grande ma non credevo che li separassero così tanti anni…

7. UI (Hae Soo) e Baekhyun (10 ° Principe Wang Eun) 1 anno di differenza

Baekhyun ha 24, dunque in realtà è più grande di Hae Soo, secondo voi lo chiamerà “oppa”?

8. Baekhyun (10 ° Principe Wang Eun) e Z.Hera / Ji Hye Ran (Park Soon Duk) 4 anni di differenza

Ji Hye Ran è nata il 3 gennaio del 1996 ma indipendentemente dalla loro differenza di età, non vediamo l’ora di vedere come la loro storia si evolverà!