Suspicious Partner: 5 aggettivi per descrivere il drama che ha diviso i fans

In queste giornate afose di luglio, piene di lavoro e di stress da ultimi impegni prima delle ferie, mi ha fatto compagnia un drama che ha diviso il pubblico di telespettatori in modo abbastanza netto e deciso: Suspicious Partner.

Prima di iniziare questo kdrama, leggevo, un po’ di qua e un po’ di là, opinioni molto discordanti. Da chi lo ha amato alla follia, a chi lo ha abbandonato per la troppa noia, il passo è stato breve. Come può un drama provocare reazioni così discordanti? La curiosità mi ha preso talmente, che ho voluto testare da che parte mi sarei schierata se lo avessi visto.

Ebbene l’ho concluso e il mio voto è 6.5

Devo ammettere che non mi ha conquistato. Piacevole sì, ma nulla da farmi passare le notti attaccata al pc.

Suspicious Partner

Suspicious Partner

 

Suspicious Partner | La trama

La storia è un giallo a tratti anche abbastanza coinvolgente. Bong Hee (Nam Ji-Hyun) è una praticante avvocato che viene tradita dal suo ragazzo. Per uno strano scherzo del destino, il suo ex verrà trovato senza vita, proprio nel suo appartamento e questo pregiudicherà la sua posizione agli occhi della giustizia e del procuratore in causa, Ji Wook (Ji Chang-Wook). Dopo diversi anni, si troverà da avvocato, a difendere un ragazzo accusato di omicidio e incontrerà sulla sua strada di nuovo lo stesso procuratore. Inaspettatamente la storia si verrà ad intrecciare con lo strano omicidio di anni addietro in un complesso e misterioso insieme di conseguenze di un triste caso di mala giustizia irrisolto.

 

Suspicious Partner in 5 aggettivi

Pensandoci e ripensandoci, non potrei descrivere meglio questo drama se non con questi 5 aggettivi.

Intrigante

Intrigante è il giallo nel giallo in cui Bonh Hee e Ji Wook si troveranno coinvolti. Una storia dagli aspetti psicologici a tratti addirittura commoventi. Il mistero che si cela dietro i diversi omicidi, è tristemente coinvolgente.

Affascinante

Affascinante è l’attore che si troverà al centro di questi oscuri misfatti, essendone l’artefice. E’ di una bravura eccezionale. Il suo modo di recitare mi ha incantato: intenso, inquietante e allo stesso tempo, tenero a modo suo.

Tediosa

Tediosa è la storia d’amore tra Bong Hee e Ji Wook. L’ho trovata davvero poco emozionante, lui molto carino, per carità, ma il suo rapporto con Bong Hee è stato solo un continuo tira e molla pedante e vacuo.

Suspicious Partner

Lercia

Lercia è Bong Hee. Scusate la franchezza, ma la giovane avvocatessa ha l’abitudine di lavarsi poco quando è presa dal troppo lavoro. Forse questa cosa in Corea suscita simpatia, ma a me ha fatto un po’ ribrezzo, incidendo sull’idea che mi sono fatta del suo personaggio che non mi ha conquistato del tutto.

Scialbo

Scialbo è il gusto finale che mi ha lasciato il drama. Devo riconoscere che il mio interesse era solo per la storia che si celava dietro all’assassino.

Questi sono i 5 aggettivi che secondo me descrivono meglio Suspicious Partner, scrivetemi nei commenti con quali aggettivi lo descrivereste voi 😉

Last Cinderella: il fine giustifica i mezzi? Drama-Spolier!

Chi non si è sentito Cenerentola almeno una volta nella vita? Anche se con l’età, le priorità cambiano e anche i bisogni, ci sono delle necessità che restano costanti, come quella di essere importante per qualcuno. Ed è proprio questo quello di cui ha bisogno Sakura, la protagonista di Last Cinderella. Se non avete ancora visto questo drama, passate a leggere il mio post Last Cinderella: non è mai troppo tardi per cambiare la tua vita, perché questo è un drama SPOILER!

Last Cinderella

Continua a leggere

Last Cinderella: non è mai troppo tardi per cambiare la tua vita

Ho appena finito di vedere Last Cinderella, drama giapponese di qualche anno fa (2013). Inaspettatamente questo jdrama mi ha preso e lo consiglio a chi sia in cerca di qualcosa di leggero e piacevole. Last Cinderella è breve, intenso e divertente, e ammetto che inizialmente non ci avrei scommesso due centesimi.

Il voto che do a questo drama è 7

Last Cinderella

 

Last Cinderella | La trama

La storia apparentemente sembra incentrata intorno alla vita di una parrucchiera 39enne, un po’ sciatta e per niente femminile, che da dieci anni vive in solitudine. Più passa il tempo e più la sciagurata Sakura-san sembra assumere le fattezze di una vecchia signora! Le sue migliori amiche, Miki casalinga sposata con due figlie alle prese con la monotonia del matrimonio, e Shimi divorziata adescatrice di uomini alla ricerca di un nuovo equilibrio, invogliano l’amica a cercare un uomo per dare una svolta alla sua vita.

Sakura Miki e Shimi

Nel mentre, torna a Tokyo una vecchia conoscenza di Sakura, Tochibana, suo collega e ora direttore del salone dove lei lavora. Tra i due nascerà da subito un rapporto altalenante tra litigi e grandi gesti di altruismo. Chiyoko, giovane cliente del salone, è innamorata segretamente di Tochibana da svariati anni, e intimorita da questo particolare rapporto con Sakura, costringe il fratellastro Hiroto, ad avvicinarla e farla innamorare. Per questo strano scherzo del destino, Hiroto e Sakura si incontreranno e le loro vite prenderanno dei risvolti inaspettati. Chi sarà il vero Principe della fiaba, Hiroto che si avvicina a lei con l’inganno o Tochibana che sarà sempre presente nel momento del bisogno?

La trama inizialmente può apparire banale, ma poi si sviluppa in modo interessante e coinvolgente.

Alla trama do un 7

 

Last Cinderella | I personaggi

Sakura (Shinohara Ryoko) è una donna che cura poco il suo aspetto, trasandata nel vestire e mascolina nei modi. Essendo io un’esteta, la trasandatezza nelle donne non mi conquista mai, tuttavia Sakura è così buona ed innocente di animo che non si può non affezionarsi al suo personaggio. La sua purezza, il suo veder sempre il buono negli altri e la sua innata simpatia, me la fanno promuovere con un voto discreto.

Le do un 7.2

Tachibana (Naohito Fujiki) è davvero un amico unico. Giuro che è l’amico e vicino che ho sempre desiderato. Quello da chiamare in caso di rogne, e in caso di festeggiamenti indipendentemente dall’ora e dal giorno. Il rapporto Sakura-Tachibana è bellissimo e l’ho invidiato da morire. Lui è saggio, maturo, sensibile, giusto, simpatico e discretamente affascinante.

Il mio voto è 7.2

Hiroto (Miura Haruma) è un giovane di 24 anni, dannatamente bello. Non si può non subirne il fascino. Tuttavia il suo personaggio è controverso, tutt’altro che perfetto. Vita sregolata, rapporti occasionali, frivolezza nei sentimenti, una colpa enorme che si porta sul cuore e che lo tiene incatenato alla mercé della sorellastra. Hiroto è di certo il personaggio più dinamico e per questo più significativo della storia.

Il mio voto è 7

Hiroto

 

Chiyoko (Nanao) è la sorellastra di Hiroto e la cattiva della situazione. Si porta un bagaglio di traumi dietro, ma ciò non vi impedirà di odiarla. L’intera storia nasce da lei e finisce con lei.

Il mio voto è 6.5

 

Tutti gli altri personaggi secondari, da Miki a Shima al proprietario del bar dove sono soliti incontrarsi, sono simpatici ed ognuno di loro portatore di qualche insegnamento. Mi ha ricordato a tratti Friends e per questo ognuno di loro ha contribuito a rendere migliore la storia.

Ne consiglio la visione a chi abbia voglia di un drama non troppo impegnativo ed emotivamente straziante! Il messaggio che mi ha lasciato è che non è mai troppo tardi per cambiare la tua vita, e lo trovo un messaggio di speranza. Che tu abbia 39 anni o di più o anche meno, e ti trovi ad affrontare un momento che ti sembra non finire mai, non bisogna mai scoraggiarsi, perché tutto può cambiare in un attimo. Voi lo avete già visto? Allora passate a leggere il mio drama-spoiler Last Cinderella: il fine giustifica i mezzi?